ARCHEOSTORY MAGAZINE

Una parete dipinta databile circa 4.300 anni fa,è stata scoperta dai ricercatori in una tomba posizionata a poca distanza dalle grandi piramidi di Giza in Egitto. L'opera ritrae scene di vita quotidiana, con barche che navigano nel Nilo, uomini a caccia di uccelli e un uomo, il cui nome è Perseneb, ritratto con la moglie e il cane
Nuova scoperta archeologica durante i lavori per la valorizzazione della necropoli dell'Osteria a Vulci. Adiacente la famosa tomba della Sfinge è stato rinvenuto un piccolo dromos con un vestibolo su cui si prospettano due camere, una delle quali contenente oggetti che fanno parte di un corredo appartenente ad un giovane deceduto probabilmente all'età di 10 anni
Un nuovo complesso termale con stucchi dipinti e affreschi figurati. Scoperto nell’area di Tor Vergata a Roma un complesso residenziale risalente al I secolo dopo Cristo con un impianto termale di almeno 500 metri quadrati. Il ritrovamento è frutto di un’indagine preventiva condotta dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma e iniziata nel giugno 2013
Nuova ed interessante scoperta archeologica a Saqqara a sud del Cairo in Egitto. Secondo quanto riportano l'agenzia di stampa egiziana Mena e il Luxor Times, nella necropoli di Bastet, è stato rinvenuto un sarcofago risalente al III Periodo Intermedio (tra XXII e XXIV dinastia) che apparterrebbe a Ta Akhet, una cantante di un coro sacro
Un remoto sito in Siberia, vicino al villaggio di di Zeleniy Yar, alla base di una penisola che le persone del posto chiamano “la fine della Terra”. E' qui che gli archeologi hanno scoperto 34 enigmatiche sepoture, con un 11 mummie, risalenti a circa mille anni fa, con il volto coperto da lamine di rame. E alcune scodelle provnienti dalla Persia, sembrano suggerie scambi a lunga distanza
L'americano Barry Clifford - scrive Adnkronos - sostiene di avere localizzato il relitto  La Santa Maria, l'ammiraglia della flotta di caravelle con le quali Colombo salpò dalla Spagna nell'agosto del 1492, al largo della costa settentrionale di Haiti. Se le verifiche degli esperti dovessero confermarne l'autenticità, si tratterebbe di uno dei più importanti ritrovamenti della storia