Una ricerca sul Dna ricavato da resti ossei di oltre duemila anni fa potrebbe mettere la parola fine alla questione, dibattutta sin dall'antichità, sull'effettiva origine degli Etruschi. Dalle ultime scoperte sembrerebbe che non siano arrivati dall'Anatolia, ma abitassero invece la penisola. Ma è davvero l'epilogo di questo avvincente problema?
Non sono più dubbi. Le ossa rinvenute in un parcheggio a Leicester sono quelle del famoso sovrano. La conferma dal Dna e dalle datazioni al Carbonio 14. Gli esperti dell’università di Leicester hanno sottoposto i resti del corpo a diversi tipi di analisi, sempre più approfonditi. Ricostruito anche il volto del sovrano VIDEO LO SCAVO | L'IDENTIFICAZIONE
Celata per 40 anni in un cavau svizzero l'opera sarebbe di Leonardo Da Vinci, una seconda versione, di 10 anni più giovane del dipinto del Louvre. La Mona Lisa Foundation ha attribuito il dipinto al genio di Leonardo. Il dipinto si datrebbe tra il 1410 e il 1455. Anche l'analisi "geometrica" del viso spingerebbe per l'attribuzione all'artista fiorentino
L’Uomo venuto dal ghiaccio è anche un’applicazione. La app dedicata a Ötzi, che può essere scaricata su iPhone e iPad, offre a bambini e ragazzi informazioni in maniera ludica sulle più recenti scoperte scientifiche, ma anche spiegazioni sullo straordinario equipaggiamento e sui tatuaggi dell’Uomo venuto dal ghiaccio  SCOPRI L'APP
Si è conclusa il 17 gennaio 2013 la 15esima campagna di scavo, diretta dal dottor Angelo Sesana e condotta dal Cefb – Centro di Egittologia Francesco Ballerini, presso il Tempio di Milioni di Anni di Amenhotep II, situato immediatamente a nord del tempio di Ramesse II, noto come Ramesseum  
Questo libro ha vinto il Premio Tesi di Dottorato istituito dalla Sapienza Università di Roma, nell’edizione 2012. Il volume esamina i massimi onori funebri – funerali, elogi, sepolcri, statue e lutti pubblici – decretati dal Senato per illustri personaggi della Roma medio e tardo repubblicana
porn