×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 544

ARCHEOSTORY MAGAZINE

Necropoli dell'OsteriaNuova scoperta archeologica durante i lavori per la valorizzazione della necropoli dell'Osteria a Vulci. Adiacente la famosa tomba della Sfinge è stato rinvenuto un piccolo dromos con un vestibolo su cui si prospettano due camere, una delle quali contenente oggetti che fanno parte di un corredo appartenente ad un giovane deceduto probabilmente all'età di 10 anni

Lo scavo di Kom al-AhmerUn team di archeologi coordinato dal Centro Archeologico Italiano-egiziano, con le Università di Padova e Siena ed in collaborazione con il Ministero dell’Antichità egiziane, ha scoperto i resti di una città sepolta sotto il limo del Nilo nella regione di Beheira. Il progetto è stata finanziato in parte dal National Geographic/Waitt grants program

Scavi al ColosseoNon solo gladiatori, bestie feroci e cruenti spettacoli. L'Anfiteatro Flavio nel Medioevo ha ospitato pure laboratori aritigiani, stalle, magazzini e perfino vere e propre abitazioni. Sono le scoperte degli scavi condotti dalla Soprintendenza speciale ai Beni archeologici di Roma in collaborazione con l'Università Roma Tre

Gigante di Mont'ePramaDue grandi betili di arenaria mutilati dalle lame dell'aratro, diversi frammenti di statua poco appariscenti ma comunque appartenenti a una figura umana e poi un maestoso torso di pugilatore ancora incastonato nel sottile strato di terra fertile che ricopre la collinetta di Mont'e Prama nel Sinis di Cabras
 

La tomba a Giza (foto Iberpress)Una parete dipinta databile circa 4.300 anni fa,è stata scoperta dai ricercatori in una tomba posizionata a poca distanza dalle grandi piramidi di Giza in Egitto. L'opera ritrae scene di vita quotidiana, con barche che navigano nel Nilo, uomini a caccia di uccelli e un uomo, il cui nome è Perseneb, ritratto con la moglie e il cane

Lo scavoTerme maschili e femminili, una stazione di posta e un luogo di culto, alla confluenza delle arterie che nutrivano Roma, la via Portuensis e la via Campana, strade sulle quali viaggiavano tonnellate di anfore con olio, granaglie, sale, tessuti e tutte le importazioni necessarie a una città che in fase imperiale raggiunse un milione di abitanti

Torre CastellucciaTre ceppi di ancore in piombo di epoca romana sono stati recuperati recentemente a largo di Torre Castelluccia, nella marina di Pulsano (Taranto), grazie alla collaborazione tra il Servizio Subacqueo della Soprintendenza e la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza
 

Triton submersiblesIl relitto di una nave affondata 2.000 anni è stata scoperta vicino Lipari, a 130 metri di profondità. Insieme al relitto c'è un antico altare con decorazione in rilievo ad onde marine che dimostra che a bordo delle antiche navi si sacrificava agli dei per propiziarsi la navigazione 

Ossa e ceramica dai corredi funerari (Università di Udine)Sepolture micenee intatte, databili tra XV e XIV secolo a.C., con corredi di ceramica e attrezzi in metallo, e una sorta di altare funerario per rituali come libagioni e offerte di culto su cui venne deposto un defunto. Sono le principali scoperte della quinta campagna di scavi presso Eghion, in Grecia, condotta dagli archeologi dell'università di Udine

TutankhamonDenti all'infuori, fianchi da donna, un piede storto che lo obbligava a camminare con il bastone. Questo il vero volto di Tutankhamon, ben diverso rispetto alle sue sontuose maschere mortuarie. Oltre 2000 scansioni e  test genetici, sfruttando le tecnologie più avanzate, hanno permesso di scoprire i segreti che il sarcofago d'oro di Tutankhamon custodisce ancora in sé

Pagina 9 di 10