ARCHEOSTORY MAGAZINE

Area archeologica a MoziaUn complesso sistema di strade, mura, pavimenti, abitazioni, strutture rettilinee e curvilinee di un antico quartiere nascosto sotto i vigneti, è stato localizzato nell'Isola di Mozia, di fronte a Trapani come riporta l'Ansa. L'area è stata individuata a sud ovest del Tophet, il santuario a cielo aperto dove si praticavano sacrifici e sepolture

Colibrì a NazcaLe linee di Nazca - scrive l'Ansa - in Perù hanno perso il primato di antichi disegni impressi nel terreno ad opera dell'uomo. Nella stessa zona sono stati infatti scoperti dei geoglifi, come vengono chiamate queste piste, che risultano essere più antichi di almeno tre secoli

Il taccuino bizantinoGli scavi del relitto di Yenikapi a Istanbul, con il ritrovamento di una nave bizantina affondata, hanno restituito un interessante e curioso reperto, quasi un oggetto di design, un taccuino in legno, che si apre come se fosse un notebook e che poteva essere utlizzato per prendere appunti e disegnare

SaqqaraScoperte nella necropoli di Saqqara, a sud del Cairo, due sepolture risalenti a tremila anni fa, appartenenti a due alti dignitari dell'esercito dei faraoni. Secondo le prime ipotesi si tratterebbe del capo degli archivi miltari e del numero uno dell'esercito e della tesoreria, sotto i sorvrani Seti I e Ramesse II

Le caravelleL'americano Barry Clifford - scrive Adnkronos - sostiene di avere localizzato il relitto  La Santa Maria, l'ammiraglia della flotta di caravelle con le quali Colombo salpò dalla Spagna nell'agosto del 1492, al largo della costa settentrionale di Haiti. Se le verifiche degli esperti dovessero confermarne l'autenticità, si tratterebbe di uno dei più importanti ritrovamenti della storia

MummiaUn remoto sito in Siberia, vicino al villaggio di di Zeleniy Yar, alla base di una penisola che le persone del posto chiamano “la fine della Terra”. E' qui che gli archeologi hanno scoperto 34 enigmatiche sepoture, con un 11 mummie, risalenti a circa mille anni fa, con il volto coperto da lamine di rame. E alcune scodelle provnienti dalla Persia, sembrano suggerie scambi a lunga distanza

SaharaAlcune testimonianze di arte rupestre investigate il mese scorso in una grotta dell'Oasi di Farafra (Egitto occidentale) hanno rivelato che quella regione del Sahara Orientale e' stata intensamente popolata circa 8mila anni fa da gruppi che erano soliti spostarsi anche su lunghissime distanze. Sono le conclusioni cui sono giunti i membri della missione archeologica nell'Oasi di Farafra

Ta Akhet, sarcofagoNuova ed interessante scoperta archeologica a Saqqara a sud del Cairo in Egitto. Secondo quanto riportano l'agenzia di stampa egiziana Mena e il Luxor Times, nella necropoli di Bastet, è stato rinvenuto un sarcofago risalente al III Periodo Intermedio (tra XXII e XXIV dinastia) che apparterrebbe a Ta Akhet, una cantante di un coro sacro

L'antica via PrenestinaVentidue mausolei monumentali, lungo un tracciato di 50 metri di antico basolato perfettamente conservato. E' la necropoli romana tra la fine del II secolo a.C. e la fine del II d.C, lungo la via Prenestina antica, venuta alla luce tra via Tor Tre Teste e l’attuale via Prenestina, durante gli scavi preventivi della Soprintendenza archeologica. Rivenute anche quattro epigrafi

Le terme (Foto Adnkronos)

Un nuovo complesso termale con stucchi dipinti e affreschi figurati. Scoperto nell’area di Tor Vergata a Roma un complesso residenziale risalente al I secolo dopo Cristo con un impianto termale di almeno 500 metri quadrati. Il ritrovamento è frutto di un’indagine preventiva condotta dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma e iniziata nel giugno 2013

Pagina 8 di 10