Il torso della statua (foto Pasquale Rizzo)La "rocca con il tempio di Minerva", dove secondo Virgilio approdò Enea dopo la caduta di Troia, potrebbe essere in Salento. Nei giorni scorsi a Castro un gruppo di archeologi guidati da Amedeo Galati ha rinvenuto una statua mutila femminile di grandi dimensioni

La tombaUna tomba ancora intatta, risalente alla fine del VI sec. a.C. è stata ritrovata nella Salina grande, a Taranto, da due giovani ed esperti archeologi, Patrizia Guastella e Andrea Pedone, che sorvegliavano i lavori della costruzione del secondo lotto della Tangenziale sud di Taranto, in corrispondenza del collegamento con la strada provinciale 100 per la nuova base navale

Il repertoIl recipiente risale a circa 2.400 anni fa, all’epoca dei Messapi, un’antica popolazione dell’Illiria. La scoperta a Maduria, nel tarantino, in una tomba che conteneva i resti di un uomo e una donna, datata tra la fine del quarto e il terzo secolo a.C.

Torre CastellucciaTre ceppi di ancore in piombo di epoca romana sono stati recuperati recentemente a largo di Torre Castelluccia, nella marina di Pulsano (Taranto), grazie alla collaborazione tra il Servizio Subacqueo della Soprintendenza e la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza
 

porn