ARCHEOSTORY MAGAZINE

Il "tablet" dei bizantini

Il taccuino bizantinoGli scavi del relitto di Yenikapi a Istanbul, con il ritrovamento di una nave bizantina affondata, hanno restituito un interessante e curioso reperto, quasi un oggetto di design, un taccuino in legno, che si apre come se fosse un notebook e che poteva essere utlizzato per prendere appunti e disegnare

Il relittoLe ricerche sul relitto sono in corso da 10 anni. L'obiettivo dei ricercatori dell'università di Instanbul è quello di rimettere in mare la nave affondata, di cui si è conservato bel il 60% del relitto. Un traguardo che dovrebbe essere raggiunto alla metà del 2015. Ma il vascello - risalente al nono secolo - ha offerto molte e sorpendenti scoperte. Non c'è solo il taccuino di legno, ma anche  resti di ben 57 specie animali, tra cui asini selvatici, delfini, tartarughe e cavalli, quest ultimo un piatto particolarmente apprezzato in età bizantina.

Il relitto è stato rinvenuto in quella che era l'area del cosiddeto Porto di Teodosio. Dalle ricerche, in particolar modo dallo studio delle anfore, sembra che la nave svolgesse servizio commerciale verso il Mar Nero, toccando le regioni della Crimea e del Chresonesos.