ARCHEOSTORY MAGAZINE

In affitto al Colosseo, quando l'arena era un condominio

Scavi al ColosseoNon solo gladiatori, bestie feroci e cruenti spettacoli. L'Anfiteatro Flavio nel Medioevo ha ospitato pure laboratori aritigiani, stalle, magazzini e perfino vere e propre abitazioni. Sono le scoperte degli scavi condotti dalla Soprintendenza speciale ai Beni archeologici di Roma in collaborazione con l'Università Roma Tre

Gli studenti, diretti da Riccardo Santangeli Valenzani, professore di Archeologia medievale, e coordinati da Giulia Facchin, hanno scoperto uno degli accessi privati al Colosseo usati durante il Medioevo proprio all'interno di uno dei cunei, il numero nove. Si tratta di un ingresso con un cancello posto su una strada battuta che portava fino all'arena centrale, considerata nel condominio medievale, lo spazio comune, rimasto libero.

Durante una delle scuole di scavo che vanno avanti dal 2011, lo scorso anno la squadra di archeologi aveva trovato un muretto del XII secolo, traccia delle delimitazioni di proprietà private. "Il Colosseo ha smesso di essere l'arena dei gladiatori - ha spiegato Santangeli Valenzani - già nel VI secolo, ma dopo è sempre rimasto un segno fondamentale di Roma. Nel Medioevo è diventato un luogo di attività commerciali, con magazzini e stalle. I cunei venivano anche trasformati in abitazioni". A testimiare questa fase di vita del monumento moltissime ceramiche rinvenute durante gli scavi, che hanno resituito anche  una piccola scimmietta in avorio, forse una pedina da gioco o un soprammobile.

"La riconversione del Colosseo a uso abitativo - ha detto il direttore del monumento Rossella Rea - risale alla fine del IX secolo e dura fino al XIV, fermandosi con il terremoto del 1349. E' un'occupazione intensiva - l'Anfiteatro era lottizzato e in gran parte affittato. Il denaro lo riceveva il convento dei frati di Santa Maria Nova, che si trova ancora qui vicino. Ci sono anche gli atti notarili di affitto e compravendita. Nel Settecento qui ci vivevano anche degli eremiti, nella cappella ci sono le lapidi sepolcrali". Sotto al muro del XII secolo, gli archeologi e gli studenti, in collaboraziobe con l'American University of Rome, hanno scoperto anche un condotto fognario intatto di epoca flavia.