ARCHEOSTORY MAGAZINE

Cile, scoperto osservatorio precolombiano

Osservatorio di La Silla

 

Un osservatorio astronomico precolombiano è stato scoperto nel cuore del deserto dell’Atacama, in Cile. Una serie di incisioni rupestre sembrano testimoniare un’antica capacità di guardare le stelle. Le iscrizioni sono databili intorno alla metà del I millennio della nostra era, ad opera degli El Molle, un popolo precolombiano che frequentava la zona quando ancora vi scorreva un corso d’acqua

L’annuncio della scoperta è dato da Gabriella Bernardi, Alberto Vecchiato e Beatrice Bucciarelli con un articolo sul nuovo fascicolo della rivista “Archeologia Viva”, precisando che è avvenuta sulla stessa montagna dove sorge oggi il grande osservatorio astronomico di La Silla, a 2400 metri di altitudine, nel deserto dell’Atacama, a nord di Santiago del Cile, dove poco più di cinquant’anni fa l’European Southern Observatory ha scelto questa montagna per installare i suoi telescopi.

I ricercatori hanno sviluppato l’ipotesi che alcuni massi presenti sul terreno fossero allineati” con una o più stelle. Con le misure effettuate in loco, i dati raccolti e l’uso di software appositi si è ottenuto che durante il periodo storico della cultura El Molle (100-800 d.C. circa) la coppia di stelle molto luminose Canopo e Rigil Kent, oppure Canopo e Hadar, si allineava rispetto all’orizzonte (mentre la prima sorgeva e l’altra tramontava) in posizioni molto vicine a quelle indicate dai massi verticali, quando questi venivano osservati dalla terza pietra di riferimento.

Oggi questo fenomeno non potrebbe essere più osservato perché avviene molto più in alto sull’orizzonte, mentre prima del periodo El Molle avveniva sotto l’orizzonte a causa della cosiddetta Precessione degli Equinozi (risultante da un moto lento ma continuo della Terra che induce un cambiamento del suo asse di rotazione rispetto alla sfera ideale delle stelle fisse). In epoca El Molle questa parte del deserto dell’Atacama era meno arida e probabilmente il terreno poteva sostentare pascoli di bestiame durante la bella stagione.