ARCHEOSTORY MAGAZINE

La Porta dell'Inferno scoperta in Turchia

L'antica città di HierapolisTrovata  a Hierapolis nella regione dell'antica Frigia la via d'accesso agli inferi. La missione italiana ha rinvenuto i resti del cosidetto Plutonium. Il mistero svelato dopo anni di ricerche seguendo il l racconto di autori dell'Antichita' come Cicerone e ricostruendo il percorso di una sorgente di origine vulcanica

Gli acheologi hanno trovato anche resti di alcuni uccelli confermando appieno le testimoniazne antiche. I romani chiamavano la Porta dell'Inferno il Plutonium e lo dedicavano al dio omonimo. In suo onore venivano portati e fatti uccidere dai gas venefici gli animali. Un rituale ricordato da diveri autori antichi, tra i quali anche Cicerone, la cui rilettura è stata essanziale per la scoperta.

Le terme a PamukkaleHierapolis, insieme a Pamukkale è considerata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco sia naturale - le terme, estese sulle rovine - che storico - i resti di Hierapolis - e visitata da milioni di turisti ogni anno.

La missione italiana a Hierapolis è cominciata nel 1957 grazie al professor Paolo Verzone di Torino, oggi sostituito da Francesco D'Andria (università di Lecce), capo attuale della spedizione. L'equipe dei ricercatori è sostenuta dall'Ambasciata d'Italia ad Ankara e coordinata da Maria Luisa Scolari, direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura