ARCHEOSTORY MAGAZINE

Quelli "americani" dei Vichinghi

Baia di Notre DameNuove scoperte confermano la frequentazione della baia di Notre Dame, nell'attuale isola di Terranova, in Canada. Trovati due manufatti in diaspro, utilizzati in genere per accendere i fuochi, provenienti da una zona collocata a circa 230 chilometri dall'avamposto di L'Anse aux Meadows, dove sono stati rinvenuti nel 2008

La provenienza dei reperti sembra suggerire che i Vichinghi ebbero contatti con gli antichi indigini Beothuk. La scoperta sembra ampliare le esplorazioni vichinghe in terra americana, tutt'altro che limitate al solo villaggio di L'Anse aux Medadows, sulla punta nord di Terranova.

TerranovaSemi di noce bianco amerciano, scoperti precedetemente sempre nel sito, hanno suggerito agli studiosi la possibilità di un viaggio nel Golfo di San Lorenzo e forse anche oltre. E ancora manufatti vichingi, e forse una struttura, sono stati trovati nell'artico canadese, documentando un contatto anche con gli indigeni del luogo.

In genere si ritiene che l'avamposto di L'Anse Aux Meadows non abbia operato per pù di 10-25 anni, e forse solo stagionalmente. Ma le nuove scoperte sembrano indicare che la storia della presenza vichinga sul continente americano ha ancora molte pagine da scrivere.