ARCHEOSTORY MAGAZINE

Prima testimonianza di arte rupestre in Molise

La scoperta è avvenuta nel riparo roccioso di Morricone del Pesco, nella zona di Civitanova del Sannio, a opera del ricercatore Guido Lastoria, che ha rinvenuto la prima testimonianza di arte rupestre in Molise. 

Lo studio, coordinato dal professor Carlo Peretto dell’Università di Ferrara (il cui nome è legato agli scavi del giacimento paleolitico di Iserina-La Pineta), è stato effettuato da Dario Sigari della cooperativa «Le Orme dell’Uomo» e presentato ora sulla rivista Archeologia Viva.

Morricone del Pesco è una grande emergenza rocciosa lungo il tratturo Lucera-Castel di Sangro. Alla sua base il Morricone presenta una breve rientranza, a formare un piccolo e stretto riparo in posizione dominante sul tratturo, fra cespugli di ginestre, giallissime e profumate in primavera. È qui, sulla parete lunga del riparo, che Guido Lastoria ha scoperto le pitture. Si tratta di figure zoomorfe, motivi floreali, altre figure sovrapposte, incisioni e rappresentazioni di vario genere di non facile identificazione, risalenti secondo gli esperti a fasi della preistoria e della protostoria.