ARCHEOSTORY MAGAZINE

Petra la città del sole

PetraSecondo nuovi calcoli, gli edifici del sito giordano furono eretti in modo da allinearsi con gli spostamenti del Sole nel cielo, e riflettere solstizi ed equinozi in una sorta di illuminazione divina. I costruttori di Petra, la  città scavata nella pietra in Giordania  la progettarono in modo che il sole ne illuminasse i luoghi sacri

Lo racconta un nuovo studio pubblicato su Nexus Network Journal. I ricchi commercianti  che la abitavano adoravano il sole, tra le altre divinità, e davano grande importanza a equinozi, solstizi e ai vari eventi astronomici determinati dallo spostamento nel cielo della nostra stella. Questi fenomeni celesti hanno probabilmente influenzato il modo in cui i Nabatei costruirono gli edifici della città. “Le facciate di Petra non sono solamente belle, c'è qualcosa di più”, spiega al National Geographic il direttore dello studio, Juan Antonio Belmonte, archeoastronomo dell'Istituto di Astrofisica delle isole Canarie (IAC)