La mostraDal 9 maggio 2015 al 17 gennaio 2016 al Museo di Santa Giulia di Brescia, promossa dal Ministero per i Beni e le attività culturali e il turismo, Regione Lombardia, Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei, che attraverso 500 eccezionali reperti esposti, racconta della grande vicenda che ha portato, tra il III e il I secolo a.C., all'unione tra la Roma repubblicana e le genti del Po. Con l'obiettivo di illustrare questo processo di unione, in un racconto per immagini della straordinaria trasformazione storica e culturale che fu qui attuata tra fasi di conflitto e integrazione, la  mostra Roma e le genti del Po

Dal 20 al 22 maggio a Roma, Stadio di Domiziano. La morte è l’unica esperienza della vita che coinvolge ineluttabilmente tutti ma che tutti possono conoscere solo attraverso l’esperienza degli altri, com’ebbe modo di evidenziare Heidegger nel secolo scorso e come ha colto in modo assai efficace Luigi Pirandello quando scrive: «I vivi credono di piangere i loro morti e invece piangono una loro morte, una loro realtà che non è più nel sentimento di quelli che se ne sono andati».

IL PROGRAMMA

Sarcofago a lenos con leone e antilope, 270-280 d.C. Marmo bianco lunense, 101x96x10 cm Musei Capitolini, Palazzo Nuovo Roma, Italia © Foto di Zeno ColantoniLa mostra ai Musei Capitolini di Roma fino al quattro ottobre è il quarto importante appuntamento del ciclo “I Giorni di Roma”, progetto quinquennale di mostre che alterna esposizioni a carattere prettamente monografico (Ritratti. Le tante facce del potere, Costruire un Impero), a mostre dal taglio diacronico (L’Età della Conquista, L’Età dell’Equilibrio, L’Età dell’Angoscia), dall’epoca repubblicana fino all’epoca tardo-antica

Si tratta di un progetto nell’ambito del quale, da gennaio ad aprile 2015, il Teatro di Roma Capitale, in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, presenta al pubblico un ciclo dedicato allo straordinario patrimonio storico, artistico, archeologico e monumentale di Roma. un ciclo strutturato in sei appuntamenti a cadenza quindicinale di grande rilievo (11 e 25 gennaio, 8 febbraio, 15 e 29 marzo, 12 aprile, alle ore 11.00)

La mostra

A Palazzo Massimo fino al due giungo la mostra che chiude il ricco programma di celebrazioni legate alla ricorrenza del Bimillenario augusteo promosso dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma con Electa, anche editore del catalogo scientifico

Con circa 35 metri di larghezza per 70 di lunghezza e un quarto di ettaro di superficie, è il più grande bacino idrico della Roma Imperiale mai ritrovato. La grande vasca è stata scoperta durante gli scavi archeologici all'interno del cantiere per la Stazione San Giovanni della Metro C a Roma

LA SCOPERTA 

La scoperta a Frattocchie (Roma)Ritrovato a Frattocchie, vicino Roma, il cosiddetto caposaldo B, uno dei due pilastri utilizzati nel 1855 dall'astronomo italiano Angelo Secchi (1818-1878) per determinare la "misura del mondo". La scoperta si deve a un gruppo di ricercatori italiani, coordianti dall'Università di Rorma Tre e segue quella del caposaldo A avvenuta nel 1999

Benito MussoliniSepolto venti metri sotto Palazzo Venezia il rifugio segreto di Benito Mussolini. Scoperto per caso, liberando uno scantinato adibito a deposito documenti della Soprinetendenza per i Beni Artistici. Sotto i faldoni la botola d'accesso agli ambienti sottorrenaei, nove vani in cemento armato, di circa 80 metri quadrati

Archimede, ingegno del III secolo a.C. non era mai stato raccontato in una mostra. E i Musei Capitolini, dal 31 maggio 2013 al 12 gennaio 2014 riveleranno, nell’esposizione “Archimede. Arte e scienza dell’invenzione”, i tanti aspetti del geniale scienziato siracusano

GUARDA LA MOSTRA

AugustoOrganizzata in occasione del bimillenario della morte (19 agosto 14 d.C.), la mostra - alle Scuderie del Quirinale fino al nove febbraio -  presenta le tappe della folgorante storia personale di Augusto in parallelo alla nascita di una nuova epoca storica
 

Pagina 1 di 3
porn