I quattro artefatti sono noti come Folkton Drums e Lavant Drum: tre cilindri di gesso finemente intagliati trovati nella tomba di un bambino a Folkton, nello Yorkshire orientale, nel 1889, e uno portato alla luce in una a Lavant, West Sussex, nel 1993.

Per oltre un secolo, sono stati classificati come alcuni dei più famosi ed enigmatici esempi di arte neolitica in Gran Bretagna. Ora una nuova teoria li considera come strumenti di misura dei megaliti di uno dei più famosi monumenti del globo: Stonehenge.

“We absolutely didn’t try to marry some of the most enigmatic artifacts in Britain to its most enigmatic monument,” says Teather. “The evidence led us to that.”

Anne Teather, archeologa dell'Università di Manchester

Epic Proportions - Archaeology Magazine

By MARLEY BROWN May/June 2019 More than a decade ago, archaeologists Andrew Chamberlain of the University of Manchester and Mike Parker Pearson of University College London began taking measurements at Stonehenge as part of their research at the site.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.