Una tomba con affreschi e iscrizioni perfettamente conservati e dai colori rimasti incredibilmente brillanti è stata svelata ieri all’interno della necropoli di Saqqara.

Si tratta di una tomba risalente alla quinta dinastia (circa 4.300 anni fa) e appartenente a un nobile di nome Khuwy.

Khuwy potrebbe essere stato un parente del faraone Djedkare Isesis, l’ottavo e penultimo sovrano della V dinastia, la cui piramide è poco distante. La mummia del nobile è stata ritrovata insieme a frammenti dei vasi canopi che contenevano gli organi interni (tranne il cuore) del morto.

Afp

La Tomba – A forma di L, la tomba è costituita da uno stretto tunnel simile a quello presente nelle piramidi, che conduce a un’anticamera e poi a una camera funeraria riccamente decorata di iscrizioni e dipinti dai colori vivaci, in eccezionale stato di conservazione.

Il defunto è raffigurato nei rilievi dipinti seduto a un tavolo colmo d’offerte; ci sono poi scene rituali con processioni, sacrifici animali, e imbarcazioni sacre, dipinte con una resina verde e oli vegetali usati nel processo di imbalsamazione, che sono rimasti intatti per oltre quattromila anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.